Lun - Ven 9:00 -18:00 agvitaindipendente@libero.it

Perché abbiamo bisogno del teatro? Questa è la domanda posta da Anatolij Vasiliev nel messaggio internazionale scritto in occasione della Giornata Mondiale del Teatro 2016 che dal 1962 è celebrata dai Centri Nazionali dell’I.T.I. (International Theatre Institute). Perché il Teatro può dire tutto e rappresentare ogni storia e vicenda umana utilizzando linguaggi e scritture drammaturgiche capaci di evidenziarne caratteristiche e innumerevoli punti di vista. L’ambito teatrale si predispone come uno spazio in cui anche la narrazione della disabilità, oltrepassando i confini in cui spesso è relegata, può raggiungere settori nei quali la disabilità è spesso considerata marginale, ininfluente o addirittura assente, proponendo una nuova visione che prenda ispirazione dai principi della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità: con l’istituzione del Premio Drammaturgia Teatro e Disabilità AVI ed ECAD hanno voluto favorire la promozione di una maggiore consapevolezza riguardo le capacità e contributi delle persone con disabilità individuando il mondo del teatro come luogo e opportunità di maggiore partecipazione alla vita culturale. Con il lancio di questa III edizione si rinnova l’invito ad autori-scrittori, professionisti e non, con o senza disabilità, a immaginare o descrivere la vita delle persone con disabilità e restituire in forma di testo teatrale il loro racconto per conoscere qual è la percezione della disabilità nel nostro tempo.